martedì 3 gennaio 2012

55- Vacanza in montagna - terza parte

Cercai di concentrarmi al massimo. Selezionai altre canzoni che potessero agevolare la mia mente a produrre un piano decente che potesse reggere davanti al don.
Ascoltai nell'ordine: questaquesta, e questa. Pensai, rimuginai, mi scervellai ma non mi venne in mente niente di losco da architettare per agevolare l'uscita di scena di quell'odiosa della Elena. Poi mi capitò, per caso, di ascoltare anche questa e mi venne in mente Luca, come un colpo in pieno stomaco, a tradimento. E Dio solo sa quanto mi mancò in quel momento e quanto mi sentii sola e disperata. Piansi tutte le lacrime che non avevo ancora pianto e pensai che un mese intero senza di lui sarebbe stato insostenibile, soprattutto data la piega che stava prendendo la vacanza fin dall'inizio. 
Poi, di colpo, un'illuminazione. Peli di gatto. Elena era allergica ai peli di gatto. Era talmente allergica che alle feste di Kilappo si riempiva di bolle rosse in faccia e sulle braccia (Kilappo di gatti ne aveva sei). A volte doveva persino abbandonare la festa e tornarsene a casa prima del tempo. Mi alzai di scatto dal letto, scesi al piano terra a sciacquarmi il viso nei bagni spettrali del rifugio e corsi a cercare le mie amiche che si sarebbero di sicuro tramutate in complici diaboliche per il misfatto che stavo per mettere in atto.