martedì 25 giugno 2013

L'Agente Speciale Biscia Dorata 2 capitolo



Intanto, il Mostro, rise a crepapelle, vedendo quel merlo fifone filare via così.
“Ci è cascato pure questo: i merli sono veramente animali tonti” disse il Mostro rientrando nella sua tana, ridacchiando.
Si tolse la parrucca di alghe marce che si era costruito apposta per spaventare chiunque si avvicinasse alla sua tana e la appoggiò sul tavolo della cucina. Poi si accomodò sulla sua poltrona preferita, ingollò un timballo di alghe verdi e si addormentò.
Il merlino che era caduto nel fosso, volò via talmente lontano che sparì e non si trovò più.
La mamma Merla, disperata per la perdita del suo piccolo, lo cercò per tre giorni e tre notti.
“Non piangere” le disse papà merlo “abbiamo ancora una speranza di ritrovare Merlino”
“Quale?” Chiese mamma Merla singhiozzando
“Andiamo a chiedere aiuto all’Agente Speciale Biscia Dorata