domenica 28 luglio 2013

L'Agente Speciale Biscia Dorata e gli Alieni in Pineta 2 parte



“Ci siamo. Stanno arrivando gli Alieni” pensò l’Agente Speciale. “Finalmente, li aspetto da tempo, i miei colleghi americani ne hanno un paio di esemplari nascosti in un bunker, loro li hanno visti! Queste luci devono essere dei segnali provenienti da un Mondo lontano, forse stanno proprio chiamando me! D’altronde solo un Agente Speciale è in grado di accorgersi di un segno del genere”.
L’Agente Speciale Biscia Dorata schizzò via come un fulmine e rientrò a casa.
“Mi devo preparare, devo essere bello come il sole per incontrare gli Alieni!” parlottò mentre si infilava nella doccia e si toglieva il costumino da allenamento.
Riuscì dalla tana qualche minuto dopo, inforcando gli occhiali da sole e un cappello da Ufficiale della Marina degli Stati uniti calato sulla fronte. Strisciò, veloce come un razzo, passando dalla pineta e avvertì più abitanti che poté.
“Popolo della Pineta! Ascoltate tutti! Gli Alieni stanno arrivando! Seguitemi e diamo loro il benvenuto! Per di qua!”
Due cinghiali che dormivano in una buca lì vicino si guardarono in faccia, e continuarono il loro sonno. Una famiglia di scoiattoli corse via nella direzione opposta a quella di Biscia Dorata, urlando “si salvi chi puòòòò” saltando di ramo in ramo. Uccellini, rane, mosche, zanzare, libellule, gufi, tutti gli animali cominciarono a urlare insieme: chi dall’emozione, chi dalla paura, chi dal panico. La Pineta era in pieno caos.