venerdì 2 agosto 2013

Agente Speciale Biscia Dorata e gli Alieni in Pineta 4





“Spero solo di non essere arrivato troppo tardi, ci tenevo così tanto ad assistere all’atterraggio degli Alieni in Pineta!” Disse Biscia Dorata, serpeggiando avanti e indietro senza trovare pace. “Avrei potuto ospitarli in casa mia, li avrei portati a fare un giro in Darsena, a mangiare la pizza qui vicino, subito fuori dalla pineta, li avrei portati a bere un aperitivo al Bar Sotto il Mare e lì si sarebbero sentiti a loro agio: quel posto è sempre pieno di stranieri…” Biscia Dorata farneticava, togliendosi e rimettendosi ossessivamente il cappello e gli occhiali da sole.
Poco dopo nuotò qualche metro più in là, ed ecco che i segnali di luce intermittenti comparvero di nuovo.
“Evviva! Ecco i segnali! Ragazzi, sono qui! Atterrate pure! Io sono vostro amico!” urlò al cielo Biscia Dorata, saltellando sulla coda.
Le rane, le papere e i due mosconi si avvicinarono circospetti al luogo misterioso dal quale, effettivamente, una luce intermittente scintillava dal fondo del fosso. Uno dei due mosconi srotolò di nuovo la bandiera, facendola sventolare nell’aria.
“Ma cos’è tutto questo chiasso?” Si chiese una Carpa che stava setacciando il fondo del fosso fangoso lì sotto con i suoi barbigli in cerca di qualcosa da mangiare.
Lentamente salì in superficie per vedere cosa stesse accadendo.