martedì 6 agosto 2013

Agente Speciale Biscia Dorata e gli Alieni in Pineta 6




“Ci sono. Carpa, non sarai forse una spia del KGB in missione segreta?” Chiese alla Carpa, che ancora ruminava gli avanzi dell’ultimo vermetto mangiato.
Il pesciolino guardò l’Agente Speciale come per la prima volta.
“KG che?”
“Niente, niente, lascia stare”
“Bah, a me tutta questa storia degli Alieni ha fatto venire fame. Ciao a tutti, me ne vado.”
Carpa si voltò e in quel momento un forte segnale apparve proprio dalla sua schiena squamosa.
“Hei Biscia Dorata!” Una rana le balzò vicino “hai visto anche tu? I tuoi segnali non sono altro che il riflesso dei raggi del sole sulla schiena squamosa della Carpa a Specchio, altro che Alieni!”
Biscia Dorata rimase a bocca aperta: aveva visto benissimo il riflesso sulle squame di Carpa! Il cappello da Marine calato sulla fronte nascose una piccola lacrima che si confuse subito con l’acqua melmosa del fosso.
“Ma io… credevo… le luci, i segnali, oh, che sciocco sono stato, ci sono cascato come un pollo” Biscia Dorata si sedette un attimo su un sasso scaldato dal sole e si arrotolò come solo le bisce sanno fare.”
“Coraggio, i tuoi Alieni arriveranno un’altra volta” gli disse dolcemente uno dei due mosconi. “Vieni, torniamo a casa, pranziamo tutti insieme e brindiamo alla prossima venuta degli Extraterrestri, ti va?”
“L’Agente Speciale Biscia Dorata seguì il gruppetto di animali dell’avventura aliena strisciando tristemente”
“Sai, a volte le cose non sono quelle che sembrano e non sono sempre gli Alieni quelli che luccicano” bisbigliò il moscone nell’orecchio di Biscia Dorata, che si trascinava sconsolata verso casa.
L’Agente Speciale si voltò un’ultima volta verso il luogo del mancato incontro ravvicinato con gli Alieni. D’un tratto rivide i bagliori illuminare l’acqua e sospirò pensando a Carpa che, proprio in quel momento, alzò la pinna in segno di saluto. Biscia Dorata sorrise soddisfatto e alzò il cappello per ricambiare. Carpa, infatti, si trovava parecchio più lontano rispetto a dove l’Agente Speciale aveva appena rivisto le luci! Per un attimo fu tentato di richiamare il gruppo per avvisarli della scoperta sensazionale e tornare indietro ma decise che, stavolta, tutto sarebbe rimasto top-secret: avrebbe indagato in seguito per scoprire la data esatta dell’atterraggio alieno. Gli Extraterrestri esistevano davvero, adesso ne aveva la riprova e li avrebbe di sicuro incontrati un giorno: presto, molto presto e in gran segreto, però!