lunedì 11 novembre 2013

Capitolo sei - settima storia

posta in arrivo: 0

posta inviata
Da: Franz
A: Flora

Amore mio,
ti ho lasciata da una settimana e mi sembra di non vederti da un anno. Mi manchi. So come sei tu, non ti piacciono le frasi romantiche e io sono un uomo anomalo. Ti ricordi? Me lo dicesti quella volta che ci incontrammo per caso lungo il molo: dicesti che ero un uomo che veniva da Marte perché mi trovavi romantico. "L'uomo romantico è un ossimoro". Ci credevi davvero.
A volte mi sento così stupido, sdolcinato, ma sai, le cose non dette non esistono e io voglio che tu sappia che ti amo, te lo devo dire, urlare, scrivere! Flora, ti amo!
Non ti trovo, non ti trovo da nessuna parte e sto impazzendo. Flora non sono più in me, ho mal di stomaco, mal di testa, mal di gambe, ho camminato per ore, ho setacciato la pineta, girato in macchina per le vie vicino a casa tua, ho guidato in lungo e in largo ma non ti trovo! Dove sei? Dimmi dove sei. Dimmelo, Flora, fatti viva, chiamami, rispondimi, ti prego... ti prego.

Franz